Calcola rata mutuo


Mutui Online

Noi del team di TangoAPalermo.com siamo alla costante ricerca di offerte e promozioni che consentano ai nostri clienti di risparmiare online. Oggi vi proporremo alcune soluzioni per l'acquisto della prima casa, definiremo il concetto di mutuo, vi suggeriremo in particolare un motore di ricerca Mutui Online che come Facile.it consentano di trovare il mutuo più conveniente, daremo dei suggerimenti sul notaio, sul contratto di Mutuo e su come le anche verificano al solvibilità del debitore. Una delle scelte più importanti è quella dell'acquisto della casa e conseguentemente della scelta del muto. La scelta del mutuo richiede molto tempo per non dover vedere il sogno di una vita trasformarsi in un incubo. Con questa guida sui mutui vogliamo fare chiarezza, dare consigli e proporre delle soluzioni

Indice

 

 

Cosa è il mutuo?

 

Il mutuo è un contratto con il quale una parte (banche, istituti e società finanziarie) concede all'altra (la persona che vuole acquistare una casa) una quantità di denaro (capitale) per un certo periodo di tempo. L'altro si obbliga al pagamento degli interessi e alla restituzione del capitale.

  • Mutuario è chi chiede il mutuo
  • Mutuante è chi lo concede
  • Il capitale è la somma di denaro prestata
  • Gli interessi rapprensentano il "costo del denaro"

Il tasso d'interesse rappresenta in termini percentuali il costo del capitale per un dato periodo di tempo, solitamente l'anno, ed indica quanta parte della somma prestata debba essere pagata, in aggiunta al capitale, al termine del periodo considerato. Esempio, se mi prestano 100.000€ per 5 anni con il tasso d'interesse fisso del 7% l'anno, devo restituire ogni anno gli interessi maturati, il 7% del prestito cioè 7.000€, più il prestito. Se vuoi fare delle simulazioni online vi suggeriamo Mutui Online.

  • Il montante è la somma del capitale e degli interessi maturati.

La forma più diffusa di mutuo è quello bancario: si tratta di un prestito erogato da un istituto di credito a fronte di una garanzia.

Il mutuo può essere

  • mutuo edilizio, per la costruzione di immobili
  • mutuo per la ristrutturazione, per la ristrutturazione di immobili
  • mutuo di liquidità, concesso per esigenze d liquidità
  • mutuo ipotecario, finalizzato all'acquisto di immobili adibiti ad abitazione.

In quest'ultimo caso a garanzia del prestito concesso, la banca iscrive una ipoteca sull'immobile.

La banca eroga un mutuo a chi ha determinate caratteristiche sogettive, assenza di protesti, e oggettive, un adeguato reddito.

 

Come si calcola la rata del mutuo con la formula?

Il calcolo della rata del mutuo è abbastanza semplice, supponiamo che il mutuo sia di 100.000€ per 20 anni al tasso fisso del 5% annuo (TAEG) allora per calcolare la rata del mutuo si procede così:

calcolo rata del mutuo

  • R è la rata da calcolare
  • C è il capitale 100.000€
  • i è il tasso d'interesse mensile che si ottiene dividendo il tasso d'interesse annuo per 12. Poiche il tasso d'interesse è del 5%, che in decimali si scrive 0,05, lo si deve dividere per 12. Cioè 0,05:12= 0,004167. Quindi i=0,004167.
  • n è il numero di rate, siccome la rata è mensile ed in 20 anni ci sono 240 mesi allora n=240.

La formula di sopra è quella usata normalmente dalle banche e fa riferimento all'ammortamento alla francese cioè al mutuo la cui rata è costante ed è realizzato nel regime dell'interesse composto.

Secondo questo piano la rata mensile per 20 anni è di 659,9€ al mese, ecco i calcoli:

calcolo rata mutuo alla francese

Per comodità abbiamo creato un foglio Excell con il calcolo della rata del mutuo, basta cambiare C, i ed n ed ottieni la nuova rata. Scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.

Excell calcolo rata mutuo

Qui puoi scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo.

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.

Quali sono i migliori mutui?

Noi di TangoAPalermo.com abbbiamo cercato per i nostri lettori alcuni esempi di di Mutui a Tasso Fisso:

Miglior mutuo acquisto prima casa

Che Banca

Miglior mutuo tasso fisso: simulazione per acquisto prima casa, impiegato 35 anni, residente a Milano, reddito 2.600 euro mensili, importo mutuo 100.000 euro, valore immobile 200.000 euro, durata mutuo 30 anni. Quello che segue è il previntivo che noi del team di TangoApalermo.com abbiamo fatto su Mutui Online.

CHEBANCA! - MUTUO FISSO
Rata € 342,25 (mensile)
TAN 1,44%
Spese iniziali Istruttoria: € 600 - Perizia: € 300
TAEG 1,62% (Indice Sintetico di Costo)
VANTAGGI & PROMOZIONI
Possibilità di ulteriore -0,10% di spread

Richiedi un preventivo sul mutuo qui

Qui puoi scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo.

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.

Miglior mutuo acquisto seconda casa

Widiba

Miglior mutuo tasso fisso: simulazione per acquisto seconda casa, impiegato 45 anni, residente a Roma, reddito 2.600 euro mensili, importo mutuo 110.000 euro, valore immobile 160.000 euro, durata mutuo 20 anni. Rilevazione delle ore 09:00. Questo preventivo è stato effettuato su Super Money:

WIDIBA - MUTUO A TASSO FISSO
Rata € 514,42 (mensile)
TAN 1,17%
Spese iniziali Istruttoria: € 500 - Perizia: € 0
TAEG 1,44% (Indice Sintetico di Costo)

Richiedi un preventivo sul mutuo qui

Qui puoi scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo.

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.

 

Miglior mutuo ristrutturazone

 

Unicredit

Miglior mutuo tasso fisso: simulazione per ristrutturazione, impiegato 35 anni, residente a Milano, reddito 2.600 euro mensili, importo mutuo 50.000 euro, valore immobile 100.000 euro, durata mutuo 20 anni. Ecco il risultato del preventivo effettuato su Mutui Online:

UNICREDIT - TASSO FINITO
Rata € 229,95 (mensile)
TAN 1,00%
Spese iniziali Istruttoria: € 500 - Perizia: € 211
TAEG 1,24% (Indice Sintetico di Costo)

Richiedi un preventivo sul mutuo qui

Qui puoi scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo.

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.

 

Miglior surroga

Unicredit

Miglior mutuo tasso fisso: simulazione per surroga, impiegato 45 anni, residente a Roma, reddito 2.600 euro mensili, importo mutuo 100.000 euro, valore immobile 200.000 euro, durata mutuo 20 anni. Rilevazione delle ore 09:00. Questo è la proposta preventivata su Mutui Online:

UNICREDIT - TASSO FINITO
Rata € 459,89 (mensile)
TAN 1,00%
Spese iniziali Istruttoria: € 0 - Perizia: € 0
TAEG 1,07% (Indice Sintetico di Costo)

Richiedi un preventivo sul mutuo qui

Qui puoi scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo.

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.


 

Qual è il ruolo dei notai?

E' il mutuatario a scegliere il notaio ed è lui che sostiene il costo della parcella del professionista. Una parcella che comprende gli onorari delle attività connesse alla redazione del rogito, come ad esempio gli accertamenti preliminari (ad esempio, le visure nei registri immobiliari) e gli adempimenti successivi alla stipulazio (registrazione dell'atto, iscrizione dell'ipoteca, rilascio delle copie delle copie del titolo).
Ma nell'onorario del notaio c'è anche il riconoscimento delle sue prestazioni di consulenza al mutuatario sui vari aspetti dell'operazione, compresa una lettura anticipata, con relative spiegazioni del caso, del contratto di mutuo (cosiddetta minuta) che in realtà generalmente avviene in tutta fretta al momento della firma. Lettura del contratto che a volte riserva qualche sgradita sorpresa al mutuatario, quando ormai è troppo tardi per fare retromarcia e sottrarsi agli impegni assunti con il venditore dell'immobile.
Il consiglio è quindi di farsi consegnare dalla banca qualche giorno prima il contratto e di recarsi subito dal notaio per chiedere tutte le spiegazioni necessarie... del resto, è pagato profumatamente per farlo. Secondo la delibera del Cicr del 4 marzo 2003, è diritto del cliente avere anticipatamente una copia del contratto, prima di sottoscriverlo. Se i problemi emergono nell'imminenza della firma del contrato, il mutuario ha la necessità di giungere in qualsiasi modo all'erogazione del finanziamento, ancor prima della scelta della banca.

 

 

Come si verifica il merito creditizio?

Prima della conclusione del contratto di mutuo, il finanziatore valuta il merito creditizio del consumatore, cioè la sua affidabilità economica al fine di valutare il rischio di insolvenza. La valutazione del Merito Creditizio avviene sulla base di informazioni adeguate che possono essere fornite dal consumatore stesso oppure ottenute consultando una banca dati pertinente.

Se le parti convengono di modificare l'importo totale del credito dopo la conclusione del contratto di mutuo, il finanziatore aggiorna le informazioni finanziarie di cui dispone riguardo al consumatore e valuta il merito creditizio del medesimo prima di procedere a un aumento significativo dell'importo totale del credito.

Banche dati

I gestori delle banche dati, contenenti informazioni nominative sul credito, ne consentono l'accesso dei finanziatori degli Stati membri dell'Unione europea a condizioni non discriminatorie rispetto a quelle previste per gli altri finanziatori abilitati nel territorio della Repubblica.Il Cicr. sentito il Garante per IA protezione dei dati personali individua le condizioni di accesso al fine di garantire il rispetto del principio di non discriminazione.

Se il rifiuto della domanda di credito si basa sulle informazioni presenti in una banca dati, il finanziatore informa il consumatore immediatamentente e gratuitamente del risultato della consultazione e degli estremi della banca dati.

Il finanziatore comunica al consumatore le informazioni negative a lui riferite, che segnala a una banca dati secondo la relativa disciplina.
I finanziatori assicurano che le informazioni comunicate alle banche dati siano esatte ed aggiornate.E, in caso di errore, rettificano prontamente i dati errati.

Credit scoring

È un sistema usato dalle banche e dagli intermediari finanziari per valutare la solvibilità del consumatore. Il credit scoring combina tra loro una serie di informazioni al fine di pervenire a un punteggio di accettazione (da parte del soggetto finanziatore) circa il rischio di credito del richiedente in un determinato arco di tempo. In funzione del punteggio, l'intermediario trae elementi utili per accettare o rifiutare il mutuo, per determinare I 'entità del finanziamento e il tasso di interesse applicato.

Le informazioni più rilevanti utilizzate sono di quattro tipologie.

  • relative al richiedente (ad esempio, il reddito dispombile ed il lavoro svolto)
  • relative alle caratteristiche del finanziamento da erogare (ad esempio, durata e importo del finanziamento);
  • relative al bene da finanziare;
  • relative al grado di indebitamento del richiedente il credito, censite, ad esempio, nelle centrali dei rischi private ;

 

 

Come deve essere stipulato il contratto di mutuo?


I contratti di credito sono redatti su supporto cartaceo o su altro supporto durevole che soddisfi i requisiti della forma scritta nei casi previsti dalla legge. Inoltre i contratti contengono in modo chiaro conciso le informazioni e le condizioni stabilite dalla Banca d'Italia, in
conformità alle deliberazioni del Cicr. Una copia del contratto è consegnata
ai clienti.

Il Cicr può prevedere che, per motivate ragioni tecniche, particolari contratti possano essere stipulati in altra forma. Nel Caso di inosservanza della forma prescritta, il contratto è nullo. Nel Caso in cui il contratto non indichi il tasso di interesse e ogni altro prezzo e condizioni praticate, inclusi gli eventuali maggiori oneri in caso di mora, e in caso di nullità si applicano:
a) il tasso nominale minimo e massimo, rispettivamente per le operazioni attive e per quelle passive, dei Buoni ordinari del Tesoro annuali o di altri titoli similari eventualmente indicati dal ministro dell'Economia e delle Finanze, emessi nei 12 mesi precedenti la conclusione del contratto o, se più favorevoli per il cliente, emessi nei mesi precedenti lo svolgimento dell'operazione:
b) gli altri prezzi e le altre condizioni pubblicizzate per le corrispondenti categorie di operazioni e servizi al momento della conclusione del contratto o, se più favorevoli per il cliente, al momento in cui l'operazione è effettuata o il servizio viene reso; in mancanza di pubblicità nulla è dovuto.

Come funziona il diritto di recesso del Mutuo?

Il consumatore può recedere dal mutuo o altro contratto di credito o revocare la proposta di conclusione dello stesso entro 14 giorni: il termine
decorre dalla conclusione del contratto o se successivo dal momento in cui il consumatore riceve tutte le condizioni e le informazioni. ln caso di uso di tecniche di comunicazione a distanza, il termine calcolato secondo l'art. 67 -duodecies. commu 3. del Codice del consumo
(d.lgs. n. 206, del 6 settembre 2005).

Il consumatore che recede:
a) ne dà comunicazione al finanziatore inviandogli, prima della scadenza del termine previsto una comunicazione scritta mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento:
b) se il contratto ha avuto esecuzione in tutto o in parte, entro 30 giorni dall'invio della comunicazione restituisce il capitale e paga gli interessi maturati fino al momento della restituztonc, calcolati secondo quanto stabilito dal contratto. Inoltre, rimborsa al finanziatore le somme non ripetibili da questo corrisposte alla pubblica amministrazione.

Il finanziatore non può pretendere somme ulteriori rispetto a quelle previste alla lettera b).
Il recesso si estende automaticamente, anche in deroga alle condizioni e ai termini eventualmente previsti dalla normativa di settore, ai contraen ti aventi a oggetto servizi accessori connessi con il contratto dl credito, se tali servizi sono resi dal finanziatore o da un terzo sulla base di un accordo con il finanziatore. L'esistenza dell'accordo è presunta. È ammessa da parte del terzo, la prova contraria.

Qui puoi scarica foglio excell per il calcolo della rata del mutuo.

Oppure puoi calcolare la rata del mutuo online.