Consigli sui B&B a Palermo, dove dormire e cosa fare



Consigli B&B a Palermo


Questa è una  guida su Palermo scritta da 3 palermitani. L'obiettivo è quello di dare dei consigli su cosa fare a Palermo e dove dormire. Il nostro viaggio inizia con il tentativo di descrivere in poche parole Palermo ed palermitani. Poi vi racconteremo la Palermo del Gattopardo, la Palermo Pedonale ed in fine la Palermo delle Spiagge.

Ringraziamo Alfio Vivona per le sue bellissime foto.

Indice

 

 

Palermo è … i palermitani sono ...

Palermitani

Innanzitutto vogliamo rassicurare i turisti: Palermo è una città sicura. Noi la viviamo fino a notte fonda e le sue vie, specialmente quelle del centro, sono sempre affollate da palermitani e turisti. Raramente succedono incidenti, le forze dell’ordine sono molto presenti, e comunque l’aria che si respira a Palermo è di festa. Palermo non è una città ricca, nel senso che girano assai"picciuli", non siamo ricchi come le città del nord, ma quel poco che abbiamo ce lo godiamo.  Il palermitano è friendly se lo fermate per strada per chiedere un’informazione anche se non sa esattamente la risposta vi dirà la sua modesta opinione e vi domanderà da dove venite e dove state andando.

In poche parole, Palermo e' bella da morire e contradditoria da morire, è viva colorata e calda,  fatta con mattoni gialli, è felicissima, è una malattia, è un teatro e i palermitani sono i suoi attori, e' una poesia, è le foto di Leonardo Scianna ed i libri di Sciascia, è "nuddu immiscatu cu nenti".


I Palermitani sono di cuore, sono brave persone, sono sinceri, sono plumbei, insoddisfatti, maniciatari (mangiano molto), malucumminati (vestiti male), abbronzati, sono come il principe Fabrizio (fieri, romantici, saggi e coscineti della propria decadenza), sono di tanti colori e di tante lingue, vogliono che tutto cambi, amano la pace e odiano la Mafia.


A Palermo c’è tanto da fare e tanto da visitare. E siccome un viaggio inizia con un passo, vi aiuteremo a fare  il primo passo consigliandovi cosa fare a Palermo e dove dormire.

 

La Palermo del Gattopardo

Gattopardo

Noi tre siamo in disaccordo su molte cose, ma di una cosa siamo certi, il libro più bello in assoluto che abbiamo letto è il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa. Perché a noi il Principe Fabrizio fa tenerezza, Tancredi è preciso ad Alain Delon, Angelica è splendida mentre balla il valzer con il Princpe Fabrizio, e Bendicò è “bello ed incomprensibile come le stelle”.

 

 

La Palermo delle Cupole

cupole di palermo

Fabrizio Corbera principe di Salina, duca di Querceta, e marchese di Donnafugata, si aggirava per le strade di una Palermo Borbonica, in un Regno delle due Sicilie prossimo alla fine dove

le case basse erano oppresse dalla smisurata mole dei conventi che conferivano alla città la cupezza sua ed il suo carattere, il suo decoro ed insieme il senso di morte che neppure la frenetica luce siciliana riusciva mai a disperdere”.


Per vivere la Palermo delle Cupole bisogna alloggiare nei pressi dei Quattro Canti della città di Palermo dove si incontrano, a formare 4 angoli di 90 gradi, Corso Vittorio Emanuele e via Maqueda. In Piazza Bellini Potrete visitare la Chiesa di San Cataldo, dalle cupole rosse, la Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria, la Santa Maria dell'Ammiraglio nota come chiesa della Martorana con i suoi splendidi mosaici (il cielo stellato e Cristo Pantocratore) e di fronte la Chiesa di San Giuseppe dei Padri Teatini. Il nostro consiglio è di entrare nella chiesa dei padri Teatini dal piccolo ingresso su corso Vittorio Emanuele, l’effetto entrando da lì è prorompente. Salendo per Corso Vittorio Emanuele potrete ammirare la Chiesa del Santissimo Salvatore e la Cattedrale di Palermo.  Quella appena descritta è una delle zone pedonali della città, sono quindi piene di vita, di ristoranti, pub, bar e negozi di qualsiasi genere.

I B&B che vi consigliamo sono tali da essere vicino al cuore monumentale di Palermo e  lontani dal rumore della città che vive di notte. Alcuni di questi appartamenti sono nella zona pedonale:


Quattro Canti Apartments                      
Penthouse Luxury Quattro Canti                          
LA CASETTA DI MARTA ai Quattro Canti di Giusi                             
B&B Hotel Palermo Quattro Canti                        
Casa Vigliena - Quattro Canti                  
Appartamento Luminoso ai Quattro Canti                        
Casa Quattro Canti                      
Quattro Canti e 1/2                    
Quattro Canti Charming Flat                   
Quattro Canti Central Flats                     
Casa Petra ai Quattro Canti                      
Casa Annuccia ai Quattro Canti di Città  Palermo             
Quattro Canti Valù              
L'Atelier Dei Quattro Canti                       

 

 

La dimora di Tomasi di Lampedusa alla Kalsa

Palazzo Tomasi di Lampedusa

 

Palazzo Lampedusa alla Kalsa, in via Lampedusa a Palermo, è stata la “casa” di Tomasi di Lampedusa il quale scriveva:

La amavo con abbandono assoluto e in quella casa ero sicuro di morire. Tutte le altre case (poche del resto, a parte gli alberghi) sono state dei tetti che hanno servito a ripararmi dalla pioggia e dal sole, non sono mai state case nel senso arcaico e venerabile della parola”. 

Il quartiere Kalsa è il  quartiere  da cui provengono i due eroi della storia moderna di Palermo, i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.
Palazzo Lampedusa alla Kalsa venne distrutto a causa dei bombardamenti subiti dalla città di Palermo durante la Seconda Guerra Mondiale e Tommasi di Lampedusa fu costretto ad  acquistare un altro palazzo, che precedentemente apparteneva alla sua famiglia, e che si chiamava anche questo Palazzo Lampedusa alla Marina, in via Butera n.28. Per la cronaca, il palazzo oggi ha cambiato nome e si chiama Palazzo Lanza Tommasi. Il Palazzo di Via Lampedusa dopo 60 anni di abbandono è stato ristrutturato da privati ed è ora un'abitazione.
Il centro storico di Palermo è diviso in quattro rioni: La Kalsa, Castellammare,  Albergheria e Monte di Pietà.   La Kalsa è uno dei quattro rioni storici di Palermo all’interno delle vecchie mura della città  ed è delimitato dalla Marina, Via Lincoln, Corso Vittorio Emanuele e Via Maqueda.

La Kalsa contiene al suo interno diversi monumenti, zone pedonali e piste ciclabili. Per poter ammirare sia  Palazzo Lampedusa alla Kalsa che alla Marina vi suggeriamo di partire da Piazza San Domenico , in cui la maestosa chiesa di San Domenico si affaccia su via Roma. Gurdando la chiesa, sul lato sinistro della piazza troveremo il moderno palazzo della Rinascente, che un tempo era la sede di Palazzo Monteleone, il luogo dove si svolse il ballo nobiliare celebrato dal film di Luchino Visconti del 1963. Vi suggeriamo di entrare alla Rinascente e andare all’ultimo piano, dove c’è un bar dalle cui terrazze si potrà ammirare una vista mozzafiato di Piazza San Domenico.  Tornati nuovamente in piazza prendete la stradina a destra della chiesa che porta in Piazzetta Meli, il palazzo sulla sinistra, alle spalle della chiesa d San Domenico è Palazzo Pantelleria, un palazzo settecentesco nel cui atrio vi è un ficus secolare ed il primo piano del palazzo è sede di una delle più belle scuole di tango argentino di Palermo, che per ovvie ragioni è denominato “il tempio del tango”. Visitare le stanze di Palazzo Pantelleria non è possibile perché sono abitazioni private, ma se da piazzetta Meli si sente suonare un tango allora staranno facendo lezione oppure una milonga, quindi basta citofonare, chiedere informazioni sul tango e vi faranno visitare il palazzo. Poi percorrendo Via Squarcialupo e sulla sinistra Via Valverde si arriva in Via Lampedusa.

I B&B alla Kalsa

La Kalsa di Palermo

Ecco una lista dei B&B alla Kalsa che mettono il viaggiatore nelle condizioni di immergersi nella cultura e nella vita popolare di Palermo.


Terrazza e stile sui tetti della Kalsa                      
Kalsa miniLoft by Wonderful Italy                         
Nel cuore della Kalsa                 
Kalsa Apartment                     
Kalsa Casa di Charme con Terrazza                       
Kalsa Sea Spirit Apartment                      
Casa Vacanza Kalsa               
Casa Kalsa Manick                       
Kalsa Dolce Kalsa Cuore Di Palermo                     
Kalsa Room                    
The House Balloon Kalsa                           
Kalsa home                     
Locami Holiday&House Residence Kalsa                           
Casa vacanze Alla kalsa Palermo             
Real Umberto I ° - Kalsa                           
Kalsa Sunny Flat                          
Palermo Kalsa   Palermo             
Terrazza dei colori alla Kalsa                    

 

 

Palazzo Lampedusa alla Marina

 

Palazzo Lampedusa alla Marina d Palermo

E’ interessante notare che nelle ultime pagine del Gattopardo il principe Fabrizio muore mentre guarda il mare dalla Marina di Palermo. Possiamo supporre che il panorama descritto da Tommasi di Lampedusa sia quello che lui vedeva dai balconi di Palazzo Lampedusa alla Marina. 

L’ultimo Salina era lui, il gigante sparuto che adesso agonizzava sul balcone di un albergo. Lui stesso aveva detto che i Salina sarebbero sempre rimasti i Salina. Aveva avuto torto. L’ultimo era lui. Quel Garibaldi aveva dopo tutto vinto.

Il Principe Fabrizio seduto in poltrona sul balcone di un albergo alla Marina, con alla sinistra la Cala e Monte Pellegrino,

faceva il bilancio consuntivo della sua vita, voleva raggranellare fuori dall’immenso mucchio di cenere delle passività le pagliuzze d’oro dei momenti felici”.

 

La Cala è oggi il porto turistico di Palermo che compie una grande curva come se volesse entrare nella città. All’interno della Cala si trovano alcuni dei locali più frequentati dalla movida palermitana: Nautiscopio, A’ Cala e Calamida. La Cala confina con il Mercato del Pesce e con il Foro Italico, quest’ultimo è una vasta zona verde con panchine sul mare, parco giochi, campi da basket, da calcio, pallavolo e area per allenarsi alle sbarre e correre.

 

 

I B&B in zona La Cala

La Cala a Palermo

 

Questa è una selezione di quelli che noi riteniamo siano i migliori B&B alla Cala:

Cala House                 
Cala Loft by Wonderful Italy                   
Cala Tarzanà               
B&B Cala Peppa                         
Ci'Cala House                 
Vista mare sulla Cala by Wonderful Italy                          

I Bed and Breakfast zona Marina

Quella che segue è una selezione di B&B resso la Marina di Palermo:

Kalamarina Rooms        
Piazza Marina Palermo Holiday             
Piazza Marina Suite                    
Al Piazza Marina B&B                 
Piazza Marina Holiday House                  
Piazza Marina                 
Loft Piazza Marina       

Il valzer di  Villa Boscogrande

Valzer


Nel Gattopardo il principe Fabrizio si reca ad un ballo presso Palazzo Ponteleone, che gli storici fanno risalire a Palazzo Monteleone, che sorgeva in piazza San Domenico, guardando la chiesa sul lato sinistro dove ora c’è il moderno edificio della Rinascente. Una parte del palazzo Monteleone è stata abbattuta per fare spazio alla Via Roma. Parleremo della creazione taglio di Via Roma in un altro articolo. Sono meravigliose le cartoline in cui si vede via Roma con ancora il Palazzo Ponteleone sullo sfondo che ne interrompe di colpo il passaggio.  Tornando al Gattopardo, il ballo è stato poi rappresentato nel famosissimo film di Luchino Visconti con Alain Delon nelle vesti di Tancredi Falconeri, Claudia Cardinale in quelle di Angelica Sedara ed il maestoso Burt Lancaster nelle vesti del Principe Fabrizio Salina. Le scene del ballo del Gattopardo sono state girate presso Villa Boscogrande, una villa nobiliare settecentesca situata a Cardillo nella strada che collega Palermo a Tommaso Natale.  Villa Boscogrande è sede di un ristorante molto rinomato e spesso nelle sue sale e nel terrazzo si tengo delle romantiche milonghe in cui appassionati di tutta Europa si riuniscono per ballare il tango argentino. Sempre nella zona di Cardillo è possibile visitare Villa Alliata ed è possibile fare un aperitivo presso Le Candele o danzare presso lo Scalea Club. A pochi passi c’è il centro commerciale Conca d’oro voluto da Zamparini, l’ex patron del Palermo calcio, all’interno del quale c’è il negozio Zara (mia sorella ha insistito che mettessimo il nome del negozio, sicura di dare una informazione gradita alle turiste che visitano Palermo).

La Palermo pedonale


Palermo è finalmente diventata una capitale europea, ricca di aree pedonali, piste ciclabili, parchi, negozi che non chiudono mai e tanta gente per strada a qualsiasi ora del giorno e della notte. Le aree pedonali di Palermo sono i luoghi in cui si concentrano i turisti ed i palermitani, quindi se amate stare fra la gente è proprio qui che dovete alloggia.


Zona pedonale di Piazza Verdi al Teatro Massimo

Teatro Massimo


Il Teatro Massimo domina piazza Verdi. Due giganteschi leoni fanno la guardia all’ingresso del teatro e fissano i turisti che dal basso, ai piedi della imponente gradinata, ammirano la maestosa bellezza del teatro.  Di fronte al teatro Massimo si sviluppa la zona pedonale più amata dai giovani palermitani, ricca di locali dove si può bere e mangiare con pochi euro, denominata la Champagneria (dal nome del locale che per primo aprì i battenti almeno 50 anni orsono). Troverete birrerie, pub, pizzerie, ristoranti, ristorantini, osterie, caffè, kebab, paninerie, friggitorie e gelaterie. Il nostro consiglio è di andare in uno dei locali di Via Bara all’Olivella, oppure di Via dell’Orologio e fare un “Aperitivo”, cioè pagando una cifra che si aggira tra i 5 ed i 10€ potrai bere e mangiare, più che altro spizzicare, in buona compagnia. Per esempio suggeriamo  l’aperitivo al Siciliano che è sempre affollatissimo e bisogna prenotare.
Alla destra del teatro vi è Via Ruggero Settimo,   il salotto di Palermo, con la Feltrinelli,  Zara,  il porticato di Piazzale Ungheria, un po’ più avanti si incrocia  Via Principe di Belmonte dove si trova lo storico Caffè Spinnato, e alla fine di via Ruggero Settimo c’è Piazza Politeama,  con  il teatro Politeama  sovrastato da una imponente Quadriga in bronzo. Di  fronte il Politeama c’è Piazza Castelnuovo con il Palchetto della Musica. Le due piazze formano un'unica vastissimo area in cui si tengono concerti e manfestazioni tra cui il concerto di Capodanno. L’albero di Natale della città di Palermo è allestito ogni anno davanti il teatro Politeama, e Via della Libertà per l’occasione è illuminata a festa con le tradizionali luminarie. In Via della Libertà due marciapiedi alberati separano la corsia stradale centrale dalle due corsie laterali creando una lunga passeggiata. Via della Libertà ha innumerevoli negozi tra cui Louis Vuitton, Gucci, Giglio, Fiorentino e locali food & drink come Di Martino ed il Santa Monica.

Consigli sui B&B al Teatro Massimo


Chi alloggia nei pressi del Teatro Massimo dorme praticamente al centro della città, guardando. Se volete alloggiare nel cuore di Palermo, all’interno dell’area pedonale del teatro massimo vi suggeriamo i seguenti B&B:


B&B Vado Al Massimo              
Orologio del Massimo              
A Cento Passi dal Massimo              
Ai Bastioni del Massimo                          
Guelio al Massimo Suites&Breakfast                 
Al Massimo 36  Palermo             
GG Home - Alle spalle del Teatro Massimo                   
Le Stelle del Massimo            
Zyz Home - Alle spalle del teatro Massimo           
B&B Teatro Massimo           
Monolocale Al Teatro Massimo 
A un passo dal Massimo            
Suite Panormvs   
La Finestra sul Massimo                         
Appartamento Teatro Massimo      
B&B Massimo Inn                    
All'Ombra del Massimo
Casa Ficudinnia Teatro Massimo                            

Zona Pedonale di Via Maqueda e  Corso Vittorio Emanuele

San Cataldo


Via Maqueda inizia in piazza Verdi, la piazza del teatro Massimo, prosegue dritta fino ai Quattro Canti e poi oltre fino in Piazza Giulio Cesare dove si trova la Stazione Centrale. Il tratto più bello di Via Maqueda è compreso tra il Teatro Massimo e i Quattro Canti. Ogni anno in questa lungo tratto di strada si tengono manifestazioni come lo Sherbeth, il Festival del Gelato, o il Ballarò Buskers Festival. Attraversando Via Maqueda vi immergerete in una realtà che si confonde tra il mercato storico ed il mercatino turistico. Via dei Candelai è una traversa di via Maqueda ed è ricca di locali dove si può oltre che bere e mangiare anche ballare. Il più famoso di tutti è  i Candelai che è una discoteca atipica dallo stile caratteristico, impossibile descriverlo a parole, in cui si può assistere a concerti e ballare il tango argentino. Superati i Quattro Canti troviamo Piazza Pretoria con la famosa Piazza della Vergogna, Palazzo delle Acquile, e poi dietro la meravigliosa Chiesa della Martorana (di cui abbiamo già parlato). Quasi alla fine di via Maqueda c’è il mercato di Ballarò, nome che è  stato copiato dal giornalista Giovanni Floris per il suo talk show politico. A Ballarò c’è tutto, frutta, verdura, carne, pesce, uova, ambulanti che urlano,  tende che svolazzano, carbonelle che arrostiscono carne, odori, buste della spesa, brusio e tanta gente … da non perdere.


Consigli sui B&B di via Maqueda

Se volete vivere la Palermo che non dorme mai, dove musica, balli, cibo, alcool e cultura ne fanno da padrona allora vi consigliamo di alloggiare in via Maqueda.


Maqueda Flat               
Maqueda Central Suites                           
Maqueda Apartments             
Maqueda Suiterooms             
Maison Curò Maqueda             
Coquille Maqueda                       
Casa Principe Maqueda                         
Alla Corte Maqueda                  
Porta Maqueda               
Maqueda Suite                           
Maqueda 68
Maqueda 331 

Consigli sui B&B a Ballarò

Ballarò


Chi sceglie di alloggiare a Ballarò sceglie l’energia di un luogo allegro e felice, di gente che lavora, strilla e si diverte. Un luogo che apprezza il turista e che lo rispetta. Un luogo che ha anni di storia, un piccolo diamante incastonato in una Sicilia di luci e colori. Ottima scelta! Ecco la lista dei migliori B&B a Ballarò:


Ballarò Market              
Case Vacanze mercato di Ballaro' ( Piazza Carmine)
Ballarò Ely House              
Ballarò Apartment              
Ballarò House                 
Ballarò Cozy Loft                           
A Ballarò                           
Ballarò               
Pilly House Ballarò                       
Il Giardino di Ballarò                   
Casuzza Ballarò Casa vacanze   
Ballarò- Tailor's house             
Caleidoscopica Bahlara Ballarò               
I colori di ballarò             


Zona Pedonale di Piazza San Domenico

Piazza San Domenico a Palermo


Piazza San Domenico si affaccia su Via Roma in una delle più belle zone di Palermo. La piazza è dominata dalla chiesa di San Domenico, dal palazzo della Rinascente, dalle cui terrazze è possibile godere di un panorama strepitoso e dal Mercato della Vucciria famoso per essere stato raffigurato nell’omonimo quadro del maestro Guttuso. La  parola “vucciria” in dialetto palermitano significa “baccano” ed sta ad indicare le urla ed i canti dei commercianti intonano per attirare la curiosità dei passanti. Dietro la chiesa di San Domenico la zona pedonale si dirama in un intreccio di vicoli e stradine che portano in Piazza Giovanni Meli con Palazzo Pantelleria (se il portone è aperto entrate ed ammirate il Ficus … un tesoro nascosto). Proseguite per  via Garraffaello che la notte si riempie di tavoli, birra e braci per arrostire carne e salsiccia. Percorrendo tutta la via Argeneria  fino ad arrivare alla Cala.
In alternativa, da Piazza San Domenico si può ammirare via Roma, che non è molto trafficata in quanto appartiene alla ZTL (Zona a Traffico Limitato) . Su via Roma troviamo il Teatro Biondo, i cui gradini irrompono letteralmente sul marciapiede, questo perché originariamente il piano urbanistico non prevedeva un teatro lì, ma solo un’abitazione. Ma anche a quei tempi c’erano le raccomandazioni o se preferite le tangenti e così si modificò il piano regolatore a favore del teatro. Sempre in via Roma c’è il prestigioso Hotel delle Palme un tempo dimora della famiglia Ingham-Whitaker. Anche l’Hotel delle Palme ha la sua personale storia di corruzione. Quando si decise la realizzazione di Via Roma la si pensò dritta come una spada che attraversasse la città e che si ricongiungesse alla moderna Via della Libertà. Per realizzare via Roma dovettero abbattere diversi edifici tra cui Palazzo Monteleone che sorgeva in Piazza San Domenico. La rettitudine di via Roma non piacque alla famiglia Ingham che voleva che la strada passasse davanti il proprio palazzo. Così dopo mille discorsi, di natura lecita e forse anche illecita, si decise di modificare il corso di Via Roma, di rinunciare ad una strada dritta, ed in prossimità di via Mariano Stabile si creò una curva che consentisse alla famiglia Igham di godere della nuova Via Roma. Poco prima dell’Hotel delle Palme il poco esperto d’arte Benito Mussoli fece erigere  il monumentale Edificio delle Poste di Palermo. Troverete colonne maestose all’esterno ed affreschi del futurismo all’interno.


Consigli sui B&B di Via Roma e Piazza San Domenico

Se volete  vivere la  Palermo nobiliare dagli antichi palazzi del '700 con i monumentali portoni in legno, i tetti alti ed affrescati, i cortili nascosti e le scalinate in marmo consumate dal tempo allora un B&B in Via Roma è quello che fa per voi. Ecco una ista di B&B da noi selezionate:


Via Roma 315 bed and breakfast                 
La terrazza di via Roma              
*1*7*4* Via Roma            

Consigli sui B&B della Vucciria

Vucciria


Decidere di alloggiare alla Vucciria significa decidere di vivere alla palermitana, tra i colori, gli odori, i suoni ed anche i rumori di Palermo. Ottima scelta, farete una esperienza indimenticabile. Ecco i B&B che abbiamo selezionato per voi:


Al Mercato della Vucciria                      
Pilly House Vucciria                   
Luxury Vucciria Loft                  
B&B Alla Vucciria                   
Casa Vucciria Nuova            
La casetta alla Vucciria            
Appartamento alla Vucciria             
Vucciria Apartment                  
David house alla Vucciria             
Casa Centro Vucciria               
Casa Vacanza vucciria             
Didacus Home- Vucciria - Palermo                
Mansarda alla Vucciria     

Le spiagge di Palermo


Sia d’estate che d’inverno le spiagge di Palermo offrono colori, musica, ristoranti, sabbia, abbronzatura e tramonti suggestivi. Le più importante spiagge di Palermo sono Mondello, Vergine Maria, la riserva naturale di Capogallo, l’Arenella, l’Addaura e la spiaggia d Romagnolo.  Poco fuori Palermo abbiamo la spiaggia libera di Isola delle Femmine e di Capaci. I tramonti suggestivi si possono ammirare dalle spiagge a ovest della città, quindi dalle spiagge di Isola delle Femmine e di Capaci. Da Mondello e dalle altre spiagge ad Est si possono ammirare le albe.


Mondello

Mondello


Mondello è la spiaggia più famosa, più bella e più vissuta dai palermitani. Era un vecchio borgo marinaro sorto in un piccolo golfo di natura palustre che venne prima bonificato e poi adibito a luogo di villeggiatura dalla nobiltà palermitano che vi ersero splendide ville in stile Liberty  (Art Nouveau). Mondello si può raggiungere dal Parco della Favorita attraverso Viale Margherita, un bellissimo viale alberato con due corsie per le auto ed una per le biciclette che conduce a Mondello Valdesi. Oppure si può raggiungere Mondello passando dall’Addaura, il litorale sotto Monte Pellegrino. Oppure accedere a Mondello da Tommaso Natale attraverso Viale Galatea che termina  sull’Hotel Palace ed il Charleston, nei pressi di Mondello Paese. Il Chraleston è il ristorante sul mare e stazione balneare in stile Liberty le cui fondamenta escono dalle acque cristalline del mare di Mondello. Il paese di Mondello  nasce alle pendici del monte Gallo che appartiene alla riserva naturale di Capo Gallo. Mondello è un bellissimo luogo dove alloggiare. Se volete vivere in un borgo marinaro dalle spiagge caraibiche, dai ristoranti che propongono ricchi menù di pesce a due passi dalla città allora Mondello è quello che fa per voi. Mondello si può vivere sia d’estate che d’inverno. Tranne i mesi più freddi che vanno da Dicembre a Marzo, gli altri mesi è sempre possibile scorgere gente in spiaggia che prende il sole e fa il bagno. Gli sportivi appassionati di Windsurf possono godere del mare di Mondello tutto l’anno. A maggio si tiene il Windsurf World Festival che attira centinaia di atleti e di appassionati da tutto il mondo. La stagione balneare, con la spiaggia attrezzata di ombrelloni, di cabine ed il servizio salvataggio,  inizia il 15 Giugno e termina il 15 Settembre. Durante questi mesi è possibile usufruire gratuitamente della Spiaggia Libera di Mondello Paese e della striscia di sabbia prospiciente il mare che si sviluppa per circa 1,5 Km. 


Cosa si fa a Mondello?

Polipo bollito a Mondello


Si va in spiaggia a fare il bagno ed a prendere il sole, si mangia il gelato in piazza seduti sui gradini della fontana “la Sirenetta”, si fa la passeggiata da Mondello Paese a Valdesi prendendosi gli schizzi dalle persone che si fanno la doccia, si fa windsurf e barca a vela presso l’Albaria, il Clubino del Mare o il Circolo Canottieri, si guarda il panorama delle terrazze del Charleston, si fa l’aperitivo al Touring dove prima sorgeva l’Arena Odeon, si vedono gli spettacoli al Teatro Zappalà, si va a ballare al Wikiki, si beve un drink con i piedi sulla sabbia all’Ombelico del Mondo, si balla tango sulla pedana sul mare prospiciente il Charleston, si passeggia sul molo panoramico di  Mondello paese, si cammina a piedi fino al faro di Capogallo, si magia polipo bollito da Calogero.


Dove suggeriamo di dormire a Mondello?

Ecco una lista di Case, Ville e B&B a Mondello dove suggeriamo di dormire:


Mondello Home "46 passi"          
Villa Roberta Mondello Beach               
Casa di Lalla a Mondello              
Villa Giardino Mondello Beach            
Mondello Terrace House             
Villa Mondello 1                
Villa Pomelia Mondello                
Mondello Relax 
Villa Deluxe Mondello            
Villa Mondello  Palermo             
Villa Alba Mondello                
Mondello Marsiglia Cottage                
Miramare Mondello                
Il Grillo Mondello           
Mondello Beach Apt.             
Casa Fabio Mondello's Bay       
Villa Gabriella - Mondello              
A casa di Nonna Giò Mondello  
Villa Marù Mondello

La riserva naturale di Capogallo lato Mondello

Capo Gallo


Alla riserva di Capogallo si può accedere da Mondello oppure da Barcarello. L’ingresso in auto è a pagamento in quanto la strada che percorrerete è privata, appartiene da decenni alla famiglia Vassallo. L’ingresso a piedi è gratuito se dite che volete raggiungere la spiaggia che si trova subito dopo l’ingresso. Sia in auto che a piedi si può percorrere tutta la strada fino alla Motomar, il porticciolo turistico all’interno dell’area protetta. Oltre la Motomar la strada è percorribile solo a piedi o in bici, a causa di uno smottamento,  e si arrampica su Monte Gallo fino a raggiungere il Faro di Capogallo. Sia all’ingresso di Capogallo che in prossimità della Motomar vi sono delle spiaggette di sabbia che si alternano a scogli alti dai quali ci si può tuffare. Se si vuole vivere il mare in solitudine si deve andare fino al faro di Capogallo e poi scendere giù verso il mare. Lì troverete la tranquillità di un mare non facilmente accessibile ed incontaminato.


I nudisti di Capogallo

Nudisti a Capo Gallo


Se volete andare alla spiaggia nudisti dovete entrare a Capogallo da Mondello e percorrere a piedi o in auto l’unica strada fino ad arrivare al tratto in cui uno smottamento ha interrotto la strada. A piedi sono circa 10 minuti. Da qui procedere necessariamente a piedi fino a raggiungere il faro, altri 10 minuti di camminata in salita immersi in uno scenario mozzafiato. La difficoltà di accedere al Faro di Capogallo dovuta alla distanza da percorrere a piedi, sebbene non vi siano pericoli e l’immersione nella natura è totale, rende  questo il luogo preferito dei nudisti. Per arrivare alla zona nudisti, una volta raggiunto il faro di  Capogallo si deve proseguire giù  per la stradina che passa sotto il faro e che scende a mare. Dopo qualche decina di metri troverete un’area pianeggiante dove su un grosso masso con uno spry è stato scritto Nudisti (non sappiamo se la scritta sia ancora visibile).


La riserva di Capogallo lato Barcarello

Barcarello Capogallo


Se vuoi fare il bagno nella riserva di Capogallo lato Barcarello devi prima raggiungere Sferracavallo e poi dirigersi verso il mare di Barcarello. In fondo alla  strada c’è un grande spiazzo dove si possono parcheggiare le auto e tutt’attorno lidi attrezzati e spiaggette di sabbia e scogli. In fondo alla piazzetta un ingresso segna l’accesso alla zona protetta di Capogallo, anche qui si deve camminare a piedi e l’esperienza di immersione nella natura è totale. La riserva di Capogallo lato Barcarello non ha spiagge ma sono rocce.


B&B a Barcarello


Se volete vivere il mare incontaminato di Barcarello e della riserva naturale di Capogallo allora vi suggeramo questi B&B:


Seafront Apartment Sferracavallo                       
B&B Tiffany Sferracavallo            

 

Se cerchi un B&B a Palermo puoi utilizzare questo motore di ricerca:

 

Booking.com